Hai cercato: Avocado Tipo Nabal

IdentikEatIl prodotto


Avocado Tipo Nabal

L'Avocado Nabal è l'avocado più di forma tondeggiante in circolazione.

tipica del Guatemala 

Buccia spessa facile da spellare di colore verde scuro con piccoli puntini più chiari.

La polpa è gialla e dal sapore delicato e molto leggero.

Il nocciolo è sempre tondeggiante ed è circondato dalla polpa gialla.

Per via della consistenza della sua polpa è adatta alla cottura in forno. Questa varietà di avocado viene coltivata principalmente in Israele, California, Florida e Australia durante l’estate, circa da giugno a ottobre.

IdentikEatIl processo produttivo

COME VIENE PRODOTTO Avocado Tipo Nabal

Fin da epoche remote la ricchezza del suolo vulcanico ha permesso alle popolazioni etnee di vivere di agricoltura e allevamento, costruendo un ambiente "dell'uomo" armonicamente inserito in quello naturale. Paesaggi agricoli sorprendenti e multiformi sono incastonati fra boschi e colate laviche, formando così un mosaico ambientale di rara bellezza. La presenza millenaria dell'uomo sul vulcano ha lasciato un'impronta profonda: monumentali opere di terrazzamento, magazzini, palmenti, cantine costellano le pendici della "Montagna". Pertanto il mantenimento e il recupero dell'agricoltura svolta in sintonia con le esigenze di tutela ambientale diventano strumento efficace per la tutela di una parte importante del paesaggio etneo. In questo contesto, il Parco dell'Etna guarda con particolare attenzione all'agricoltura biologica, metodo di coltivazione capace di offrire prodotti sani nel rispetto dell'ambiente e dalla salute di agricoltori e consumatori. Oggi vigneti, oliveti, pistacchieti, noccioleti e frutteti circondano il vulcano testimoniando una vocazione agricola del territorio ampiamente diffusa e caratterizzata dalla presenza di varietà locali particolarmente interessanti

Questo rende la Sicilia e, nello specifico il territorio Etneo, il luogo ideale per la coltivazione di molte varietà tropicali secondo modelli biologici. 

L’albero dell'avvocato appartiene alla  famiglia della Lauraceae; è di tipo arborea con un alto fusto sempreverde e una struttura radicale molto espansa. Ha una chioma sinuosa che si estende fino a 20 metri di altezza, questa è ornata da piccoli fiori uniti, mentre i frutti/la drupe, in base alla biodiversità, variano in colore, forma e dimensione.

La ramificazione della pianta giovane hanno un colore rossastro e spesso peloso, mutano in un colore verde scuro quando giungono a piena maturazione. La fioritura richiede alcuni mesi e si sviluppa differentemente a seconda del sesso. Infatti nella prima fase si sviluppa la fase femminile dove il stigma del fiore è miti ricettivo e riceve polline da altri fiori, quelli maschili permangono chiusi.

L’avocado  raccolto può avere un peso che da 100g fino ad 1 kg. Presenta una polpa interna compatta e morbida che assomiglia al burro, ha un colore verde o giallo (si veda la varietà) che racchiude  il seme al centro del suo cuore.

sposizione – L’avocado ama il pieno sole, luce intensa e protezione dai venti forti.

Temperature – Nonostante tema il gelo, l’avocado talvolta si dimostra più adattabile di alcuni agrumi e cresce bene nelle zone temperate del Sud, lungo le coste e anche nella Riviera ligure. Se abitiamo a Torino o a Cremona, quindi in zone con clima continentale, e moriamo dalla voglia di avere un avocado, sicuramente sarà meglio coltivarlo in vaso, avendo cura di farlo svernare al chiuso e sostituendo tutti gli anni il contenitore, per garantire alle radici vigorose di trovare lo spazio necessario e potandolo spesso per mantenere le dimensioni della chioma adeguate al vaso.

Terreno – Si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno, ma è preferibile evitare quelli troppo argillosi, calcarei o salmastri.

Messa a dimora - Essendo un albero a crescita rapida, evitiamo di posizionarlo troppo vicino alla casa o troppo a ridosso di altri alberi.

Coltivazione – Irrighiamo abbondantemente durante la crescita e in fase vegetativa, mentre in inverno ci limiteremo all’indispensabile. Quanto alle concimazioni, dovranno essere più azotate (dello stallatico andrà benissimo) inizialmente e più potassiche in un secondo tempo, solo se ce ne fosse necessità. Saranno invece indispensabili le potature, soprattutto all’inizio, poiché abbassandolo, ovvero togliendo la gemma apicale, incentiveremo la fuoriuscita dei getti laterali. Vasetto

Riproduzione – La propagazione dell’avocado avviene per seme e per innesto. Ottenere una pianta da avocado da seme in realtà è molto semplice, ma un conto è ottenere una pianta per la bellezza delle foglie, grandi e lucide, e un conto è volere raccogliere i frutti! Alzi la mano chi non ha provato almeno una volta a infilare dei grossi stuzzicadenti nel seme dell’avocado (vedi foto), per poi posizionarlo, sopra un vasetto o un barattolo, con la parte in basso immersa nell’acqua! Le radici usciranno di lì a breve e a quel punto potremmo mettere il nostro grosso seme dentro ad un vaso con del terriccio friabile, avendo cura di lasciare fuori terra la parte più in alto, da dove in qualche settimana spunteranno le prime foglie. A questo punto avremo la nostra pianta di avocado, ma difficilmente ne vedremo i frutti.

SCOPRI Produttore Avocado 1

VAI AL QUADERNO DI CAMPAGNA

IdentikEatIl produttore

Produttore Avocado 1

Vai al sito del produttore
Logo Produttore Avocado 1

Avocado Tipo NabalDove